1. Ho imparato che i frequentatori del WordCamp sono per la maggior parte uomini, si vestono di scuro e non danno confidenza agli sconosciuti.
  2. Ho imparato che WordPress fa ingrassare.
  3. Ho imparato che WordPress non è solo un blog.
  4. Ho imparato che WordPress è open-source, che non vuol dire che chi lavora con WordPress è open-source.
  5. Ho imparato che il miglior plug-in SEO non è All in One SEO Pack, ma WordPress SEO by Yoast perché è nato con WordPress, è cresciuto con WordPress e morirà con WordPress, finché morte non li separi.
  6. Ho imparato che è meglio farsi pagare tanto invece che farsi pagare poco. Ho imparato che bisogna farsi pagare anche per parlare ai convegni, perché anche questo è un lavoro. Ho imparato che in mezzo a tanti uomini, chi ha più palle di tutti è una donna, quella che si fa pagare ai convegni.
  7. Ho imparato che se sei bravo con il computer avrai sempre un amico che ti chiederà di aggiustarglielo. Ma anche se sei un ingegnere, un architetto, un avvocato, un commercialista, un medico ci sarà sempre qualcuno che ti dice ‘Che me dai ‘n consiglio?’
  8. Ho imparato che ci sono un sacco di plug-in che fanno un sacco di cose: come Revisionary e Role Scoper per la gestione delle revisioni e dei ruoli di un blog multi-autore; come Shadowbox che ti permette di aprire in overlay qualsiasi cosa, da una mappa, una gallery, un form, con una grafica molto carina; come More Fields, per aggiungere campi personalizzati.
  9. Ho imparato come si fa a cancellare la cache di Facebook.
  10. Ho imparato che se grandina, il pubblico è più interessato alla grandine che a WordPress.