Pensieri per la Giornata della Terra 2013

eco pensieri — By on 22 aprile 2013 12:39

Stiamo consumando più di quanto ci è concesso. Si stima che la popolazione mondiale stia utilizzando le risorse di un pianeta e mezzo. In testa gli Stati Uniti che consumano le risorse di 5 pianeti per terminare con i paesi del terzo mondo che a mala pena arrivano ad uno.

Quanti pianeti stiamo utilizzando?

Così non si può andare avanti, tra un po’ le risorse saranno finite. Noi probabilmente ce la caveremo, ma che pianeta lasceremo in eredità ai nostri figli e ai figli dei nostri figli?

L’acquisizione dei combustibili fossili, come il carbone e il petrolio, stanno portando al surriscaldamento globale, con un aumento della temperatura media della Terra di  circa 1 grado negli ultimi 150 anni. Se la temperatura aumentasse di altri 6 gradi, significherebbe estinzione di massa e morte del pianeta.

Impatti del cambiamento climatico

Questo scenario apocalittico non è poi così lontano. È necessario che ognuno di noi prenda innanzitutto coscienza della situazione e metta in atto le buone pratiche per fermare il cambiamento.

Ecco perché…

… io ho scelto di acquistare prodotti locali, attraverso i Gas (Gruppi di Acquisto Solidali) e di dire di no alle prugne delle California, ai pomodori di Israele e alle arance della Spagna. Perché acquistare prodotti locali e di stagione significa meno traffico di merci e meno emissioni di CO2;

… io ho scelto di utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti quotidiani, lasciando a casa l’auto, rinunciando alla comodità, ma facendo più movimento e sentendomi in pace con l’ambiente;

… io ho scelto non di riciclare il più possibile, ma di riusare il più possibile. Perché il vero obbiettivo non è il riciclo totale dei prodotti, ma la drastica riduzione della quantità di rifiuti. Il vero cambiamento è riutilizzare, non riciclare.

E voi che fate per salvare il pianeta?

Tag: , ,

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment